0 items / 0.00

CD - ERAVAMO IO - GENTE

10.00

Image of CD - ERAVAMO IO - GENTE
  • Image of CD - ERAVAMO IO - GENTE

Eravamo io è un puzzle, un percorso alla ricerca dell’io che si concretizzerà soltanto se
riuscirò a trovare e assemblare tutti i pezzi. Queste tessere non sono composte soltanto
da pezzi di me, ma soprattutto dalle storie di chi mi circonda in cui mi rispecchio e ci
rispecchiamo da ballare da soli con le cuffiette in camerata, chiudendo la porta della
stanza a chiavi, così da lasciarsi andare e non rischiare di essere interrotto da
 qualcun altro.

Tracklist:

1 - scatola
2 - live
3 - spariremo
4 - più di ciò che do
5 - ahia
6 - sahara
7 - like mike
8 - memory
9 - clic
10 - goodbye
11 - eravamo io
11 - scusa se


Gente è un esperimento: pura espressione, manifesto street pop. Il progetto è frutto di
contaminazioni provenienti da mondi musicali di ogni genere. Renato Stefano, classe
1993, da’ vita a tutto questo tra le mura della sua stanza, a Bologna.
Grazie alla raffinata produzione del producer Parix Hilton, le sue parole (rime e cantato)
prendono il volo su una trama musicale fitta, eterogenea, in bilico tra pop e rap attraverso
la quale dribbla il marasma indipendente degli ultimi mesi restando impresso nella mente
del suo neonato pubblico.L’attitudine street e i testi dal sapore filosofeggiante (cita
Rousseau come parlando di un paio di Nike, addita un referendum consultivo e mai
decisionale) con cui rimbrotta il suo neonato pubblico, sono gli ingredienti segreti di Gente,
che si diverte a mescolare le carte in tavola grazie ad una divertente psicologia al contrario
(non stare attento, non t’informare / così sei costruttivo, così sei funzionale). Gente è uno
 solo ma si fa chiamare come molti: one man band, il modo migliore per esprimere chi è e chi non è. Ascoltarlo è una sorpresa e una pretesa. È il vecchio ed il nuovo, lo strano e
l’orecchiabile, uno qualunque che tuttavia non passa inosservato. È la signora ben vestita
sotto al palco di un rapper, il professore di storia ubriaco nel locale dove stai ballando.Non
c’è modo migliore per definire Gente che il non riuscire veramente a farlo.